OmniWeb: il browser dell’azienda OmniGroup ora é gratuito

immagine-417

OmniWeb é il browser prodotto dall’azienda OmniGroup realizzato specificatamente per utenti Mac-friendly che hanno dimestichezza con l’interfaccia classica di Safari. Il browser consente una comoda navigazione a pannelli, apribili e modificabili in una pratica barra laterale. E’ possibile importare i preferiti dal proprio browser di riferimento e impostare numerose interessanti funzioni.

via Macupdate

UE: “Abbassare i costi degli SMS”

Dopo aver imposto l’anno scorso l’eurotariffa sul roaming via voce, oggi il commissario ai Media, Viviane Reding proporrà un tetto sul costo degli Sms da e verso gli altri Paesi europei. Secondo le indiscrezioni circolanti a Bruxelles, la Reding sarebbe intenzionato a tagliare il prezzo dei messaggi via cellulare all’attuale media di 29 centesimi a un prezzo massimo tra i 10 e i 12 centesimi (già indicato in passato come valore di riferimento), e in ogni caso nella fascia bassa della forchetta indicata dalla maggioranza dei membri dell’Erg, il gruppo dei regolatori europei, che aveva raccomandato un prezzo tra i 10 ed i 15 centesimi. I prezzi sono rimasti troppo alti, secondo la Commissione, anche dopo l’invito fatto agli operatori a diminuirli volontariamente entro il primo luglio. In Italia per esempio, secondo i dati dell’Esecutivo Ue, un utente paga in media 30 centesimi per un sms inviato all’estero rispetto ai 15 centesimi pagati all’interno dei confini. Per questo, la commissaria lancerà oggi l’idea di un regolamento che imponga alle compagnie di abbattere i prezzi, come già avvenuto con le telefonate all’estero. A settembre sarà poi presentata la proposta giuridica che riguarderà sms e dati. Poi entro i primi di ottobre il testo sará al vaglio di Consiglio ed Europarlamento, visto che in materia di Tlc vige il meccanismo di co-decisione. L’obiettivo è di tagliare il costo degli Sms all’estero del 70% entro l’estate del 2009, ovvero entro la fine della legislatura che scadrà nel giugno dell’anno prossimo. In questo modo, la Commissione avrà in mano un argomento europeista e di sicuro appeal sui consumatori in vista delle elezioni dell’anno prossimo (dopo il ritorno di immagine positivo già avuto con l’eurotariffa sul roaming voce l’anno scorso). E gli utenti potranno sperare di ricevere bollette meno salate nel corso delle vacanze estive dell’anno prossimo. La Reding intende affrontare anche il problema del data roaming, la navigazione su internet al di là della frontiera. Secondo Bruxelles, scaricare un megabyte costa in media 3,6 euro, e il mercato dimostra una discesa rispetto ai valori medi di 5,24 euro di alcuni mesi fa, ma restano ancora dei picchi tra gli 11 euro e i 16 euro per megabyte in alcuni Stati membri. In questo campo però l’azione Reding sarà indirizzata in prima battuta a misure che rafforzino la trasparenza delle tariffe e impediscano lo “shock da bolletta”. Come quello subito da un turista inglese in Portogallo che, per essersi scaricato un episodio del programma televisivo Prison Break e alcuni files musicali, si è visto recapitare un salatissimo conto di 31.500 sterline, ovvero quasi 40mila euro.

Via ¦ Sole24Ore