TweetNotebook: l’agenda personale con i propri tweet

TweetNotebook é un servizio che consente di creare, stampare e farsi recapitare a casa propria un’agenda esclusiva con i propri tweet. Per prima cosa occorre digitare il proprio username e cliccare “start“; fatto ciò bisogna selezionare uno dei tre colori proposti, digitare un tweet iniziale sulla copertina che fungerà da titolo, pagare ed attendere alcuni giorni per ricevere l’agenda con i ptopti tweet unica ed esclusiva. Il costo ammonta a 12$ ed in questo periodo potrebbe rivelarsi un regalo da vero geek.

via FeedMyApp

The Printliminator: stampare solo ciò che si desidera di una pagina web

the printliminator

The Printliminator é un semplice bookmarklet che consente di stamapre unicamente ciò che si desidera di una pagina web. Basta cliccare il bookmarklet quando ci si imbatte in una pagina interessante di cui però si vuole stampare solamente il testo; per fare ciò bisogna cliccare “remove all graphics” (di seguito l’esempio di come apparirebbe questo blog senza grafica). E’ anche disponibile un comodo “undo” per annullare l’ultima azione fatta.

the printliminatorvia MakeUseOf

PrintFriendly: stampa solo ciò che ti serve di una pagina web

Immagine 5PrintFriendly é un pratico servizio che consente di ottimizzare la stampa di una pagina web selezionando solamente ciò che risulta necessario. Basta copiare ed incollare l’URL nell’apposito spazio e cliccare “print preview“; a questo punto é possibile selezionare gli elementi superflui nella pagina per eliminarli dalla successiva stampa oppure é possibile scaricare la stessa in formato pdf. E’ inoltre disponibile un comodo bookmarklet da aggiungere ai propri preferiti.

Immagine 6via MakeUseOf

Le foto? Meglio stampate che in file digitale

 

Il pensiero competente di Henry Wilhelm, massimo esperto della conservazione di immagini, sulle foto digitali è chiaro: stampatele se volete conservarle nel tempo nel vostro archivio. Sembra eterno un file digitale, ma il problema è il supporto di registrazione. Che sia ottico (CD/DVD) o magnetico (hard disk o memorie flash) il drive sul quale immagazzinare file digitali è a rischio e non possono essere considerati al sicuro nel tempo. La vita media di un CD/DVD sarebbe di 5 anni, tanto più se masterizzati con laser consumer e non industriali. Siamo pronti a perdere i ricordi o la nostra storia? La minaccia viene sottolineata da Epson Italia, certamente interessata nel business delle stampanti, inchiostri e carte per le fotografie fatte in casa. Ecco il suggerimento dell’azienda giapponese: per essere certi di mantenere nel tempo i tutte le immagini che testimoniano il nostro passato, è necessario avere una copia stampata. Abbiamo le foto dei nostri avi, non avremo quelle dei nostri figli e delle nostre vacanze. Oggi si scatta a ripetizione con la fotocamera digitale o il telefonino, quando la scheda è piena si riversano i file sul computer e infine, ma sono pochi quelli che lo fanno, si crea un CD o un DVD, convinti di aver così assicurato l’immortalità ai nostri ricordi. Guasti o smagnetizzazioni sarebbero dietro l’angolo. Ma quanto dura una stampa? Dipende da alcuni fattori come il tipo di carta e gli inchiostri, l’esposizione alla luce solare, la cornice con vetro normale o anti-UV, etc. Le foto stampate con le inkjet possono durare 8/9 mesi, con carte ed inchiostri professionali (Epson suggerisce Claria o, ancora meglio, DURABrite) possono raggiungere i 97/105 anni, se si aggiunge un filtro UV allora la durata sale a 133/185 anni. Conservate in un raccoglitore al buio si possono rivedere anche tra 185/300 anni.