Metropolitana e New York: un viaggio nella storia

NY Train Project

L’intero sistema viario che costituisce la celeberrima metropolitana di New York può essere davvero considerata una delle esperienze più emozionanti e coinvolgenti che ci siano per qualsiasi visitatore, sia che esso sia un pendolare navigato o che sia un turista alle prime armi.

Ny Train Project è un bellissimo progetto che raccoglie in un’unica galleria online tutte le stazioni della metropolitana della Grande Mela a parte da Manhattan.

L’autore spera ovviamente che tale progetto possa essere considerato non solo come un grande omaggio alla storia di questo complesso sistema di trasporto ma anche come un breve racconto di come ci si sposta e si vive ogni giorno nella metropoli americana.

Sarebbe bello che anche in Italia si potesse trovare occasione per sviluppare un progetto simile comune a tutte le città che sono dotate di questi mezzi di trasporto, no?!

Annunci

Mapa Metro: le mappe di tutte le metropolitane del mondo

Mapa Metro é un utilissimo sito che consente di scaricare la mappa della rete metropolitana di una qualsiasi città del mondo.

Ogni mappa è raggruppata per nazione; basta scegliere una città e successivamente sulla piantina per visualizzarla nelle dimensioni originali per scaricarla sul proprio computer.

Estremamente comodo per i viaggiatori ed inoltre assolutamente gratuito.

MM Milanese esempio di architrettura contemporanea da salvaguardare

 

Qualcuno ci avrà visto una bufala di dimensioni colossali. Sembra incredibile, ma la nostra metropolitana, quella con il linoluem sui pavimenti, i tubi rosso-arancio sulle scale, tutto, anche gli orologi sulle banchine, sono sotto vincolo monumentale messo dal ministero ai Beni culturali. Motivazione? “Per la prima volta, il design compare a Milano per un servizio pubblico in modo unitario e completo”. Per il momento sono solo due le fermate poste sotto tutela, Amendola Fiera e Caiazzo (capolinea fino al 1970), ma non è escluso che venga esteso a tutte e due le linee metropolitane. D’ora in poi tutti gli interventi di manutenzione dovranno essere concordati con la Soprintendenza. Senza voler fare paragoni scomodi con altre metropolitane europee, per capire la situazione bisogna fare un salto indietro, durante l’epoca del boom, gli anni ‘60, quando Milano cambiava volto, l’immigrazione veniva dal sud, si faceva il bagno sulla darsena, nasceva la speculazione edilizia e la metro diventava un “elemento specifico e identificativo per la città. Esempio d’architettura contemporanea per qualità esecutiva e scatto linguistico innovativo”. Questo il parere degli esperti.

 

 

Via ¦ 02Blog