Momenti di ispirazione

mongolfiera

Prendendo l’enciclopedia Treccani e andando a cercare la definizione di ispirazione, troviamo:

ispirazióne – (ant. o letter. inspirazióne; ant. anche spirazióne) s. f. [dal lat. Tardo inspiratio -onis, der. Di inspirare: v.ispirare]. – 1.a. Intervento di uno spirito divino che, con azione soprannaturale, determina la volontà dell’uomo ad agire o pensare in un determinato modo, o rivela alla sua mente delle verità, spesso stimolandolo e guidandolo a esprimerle con la parola o con gli scritti. […] b. Per estens., ogni impulso o idea felice che sorga nell’animo quasi per suggerimento della divinità. […] c. Più genericam., consiglio, suggerimento e sim. […] 2. Stato di entusiasmo, di eccitazione fantastica in cui l’artista crea la sua opera, e il motivo stesso che eccita e feconda la sua fantasia. […] 3. Raro come variante di inspirazione nel sign. fisiologico.

L’accento viene posto immediatamente sull’accezione religiosa e spirituale del termine mentre, al giorno d’oggi, quella che è più ricercata è l’ispirazione per scrivere, comporre o, più genericamente, creare. Che sia un post per un blog o addirittura un intero libro, la ricerca dell’ispirazione è una ricerca portata avanti da chiunque abbia tenuto una penna in mano o una tastiera sotto le dita. Spesso i cercatori di creatività sono afflitti dal cosiddetto blocco che affligge prima o poi tutte le persone creative: anche nomi molto famosi ne sono stati vittime, tanto da interrompere le loro carriere spesso anche per lunghi periodi di tempo; un esempio su tutti è quello di Marcel Duchamp (1923-1946), considerato all’unanimità uno tra i più importanti ed influenti artisti del XX secolo. Nel corso della sua carriera si occupò di pittura (attraversando le correnti del fauvismo e del cubismo), fu anche un notevole esponente delle correnti del dadaismo e del surrealismo, e ultimo ma non ultimo, fu ideatore del ready-made e dell’assemblaggio, dando così inizio all’arte concettuale. Dal 1915 iniziò a lavorare alla sua opera più nota e dibattuta: La Sposa messa a nudo dai suoi scapoli, anche (La Mariée mise à nu par ses célibataires, même), forse più conosciuto come Il Grande Vetro. Nel 1923 decide di lasciarlo “definitivamente incompiuto”, tanto da decidere di non ripararlo dopo che, a seguito di un trasporto, subì danni consistenti. Successivamente alla realizzazione di questa opera entrò in una crisi creativa durata due decenni, durante i quali decise di abbandonare completamente l’arte per diventare scacchista. Si dedicherà agli scacchi professionistici fino al 1946 quando, tenendo all’oscuro amici e critici, cominciò a lavorare al suo ultimo capolavoro: l’Étant donnés, installazione ambientale a cui lavorerà senza sosta fino alla sua morte. Un altro bellissimo e diversissimo esempio è quello della fotografa e attrice friulana Tina Modotti (1930-1942): emigrata negli Stati Uniti, si dedicò prima alla recitazione e poi, sulle orme del compagno Edward Weston, anche alla fotografia. Si trasferì in Messico agli inizi degli anni ’20 e raggiunse l’apice della sua carriera di fotografa nel 1929, con la mostra La prima mostra fotografica rivoluzionaria in Messico. L’anno successivo, Tina venne cacciata dal paese in quanto persona non gradita. Da allora, a parte rarissime eccezioni, non scattò più alcuna foto. Si dedicò, però, assieme al nuovo compagno Vittorio Vidali all’appoggio concreto alle cause rivoluzionarie. Ecco due esempi di blocchi creativi totalmente diversi tra loro e con conseguenze opposte. Ma come si combatte questo famigerato blocco? Come si trova l’ispirazione? Come si resta creativi?

In realtà non c’è una formula magica, né un rimedio universale ma alcuni piccoli consigli che possono tornare utili perché le idee non si impongono ad una mente indifferente, si presentano invece alla mente attenta, in costante ascolto: l’ispirazione arriva a chi ha lavorato sodo per darle l’ambiente giusto in cui fiorire, come scrive la scrittrice Grazia Gironella.

Il modo migliore è dunque aprire la mente, renderci pro-attivi e, più di ogni altra cosa, ascoltare, perché gli stimoli che arrivano ogni giorno dai contatti con gli altri esseri umani, dall’ambiente che ci circonda, dalle letture, dai media e dalle nostre stesse riflessioni, costituiscono già degli stimoli su cui si può riflettere. Fermarsi un attimo e lasciarsi aiutare ad esempio dall’ascolto di buona musica può essere utile, o, perché no, prendere ispirazione dal lavoro di altri. Dopotutto anche Picasso affermava che “un bravo artista copia, un grande artista ruba”…con criterio!

Nessuna bacchetta magica dunque, solo buona volontà…e pazienza.


Rachele Ravanini è Content Producer e Graphic Designer di Stampaprint, azienda leader in Italia nel settore della stampa online. Ha studiato Economia dell’Arte e Storia dell’Arte orientale, ha collaborato con La Biennale di Venezia e diverse gallerie d’arte. Come grafica e designer freelance ha avuto collaborazioni con importanti aziende e associazioni. È una grande lettrice e nutre una grande passione per il cinema, l’arte e la fotografia.

Annunci

Immagini vettoriali o raster: come scegliere?

vector_raster

Immagini raster e immagini vettoriali: parole ormai entrate nell’uso comune, il cui significato tuttavia resta sconosciuto a gran parte delle persone che quotidianamente utilizzano il computer per ragioni di lavoro o di semplice svago. Quali sono le differenze tra le due opzioni, e come districarsi nella scelta? Cerchiamo di fare un po’ di chiarezza.

La differenza di base tra immagine raster (altrimenti detta bitmap) e immagine vettoriale è a livello di struttura: la prima è infatti composta da una griglia numerata di pixel, la seconda invece da equazioni matematiche che vanno a definire punti, linee, curve e poligoni e alle quali si possono aggiungere colori e sfumature. Ciascun formato possiede dei pregi e dei difetti: ecco perché è importante conoscerne le caratteristiche prima di cimentarsi nella realizzazione di un’immagine.

La grafica raster è utilizzata in ambito fotografico, ma non solo: quando si va a creare un’immagine con un programma di elaborazione (ad esempio Photoshop), altro non è che un bitmap. Il suo essere la somma di milioni di invisibili puntini, detti appunto pixel, può divenire, a seconda dei casi, un vantaggio o uno svantaggio.

Il vantaggio consiste nel fatto che, per sua natura, più sono i pixel e maggiore sarà la risoluzione dell’immagine: una caratteristica che può dunque garantire una maggiore definizione dei dettagli e un’infinita possibilità di modifiche. Per fare un esempio pratico: qualsiasi immagine scattata con una macchina fotografica digitale è composta da pixel: è dunque rasterizzata. D’altro canto, ingrandire l’immagine oltre le sue dimensioni reali provocherà un effetto sgranato decisamente sgradevole. Ecco perché conviene sempre creare un’immagine di buona risoluzione. Il risultato finale sarà un file in formato .jpeg, .tiff, .gif, .png eccetera.

In quanto all’immagine vettoriale, non essendo composta da singoli pixel, bensì da equazioni geometriche, può essere ingrandita o rimpicciolita a piacimento, senza alcun danno alla risoluzione dell’immagine stessa. La grafica vettoriale è però meno utile in fase di modifica del file, non permettendo ad esempio di introdurre sfocature od ombre. L’utilizzo della grafica vettoriale presenta però anche delle caratteristiche molto duttili e viene pertanto in soccorso a determinati ambiti: la progettazione in 3D, ad esempio, oppure la stampa su formati particolarmente grandi, o la creazione di loghi o icone. Si tratta dunque di uno strumento altrettanto utile e in qualche modo complementare alla grafica raster, ma va impiegato soprattutto entro i confini di determinati ambiti.

I due formati, come si vede, hanno delle caratteristiche molto diverse. Nel momento in cui vi troverete a realizzare o modificare un’immagine, sia essa una fotografia oppure un’icona, saprete come vi dovrete comportare.

Gloria Zaffanella è Public Relation Manager di Stampaprint S.r.l., azienda leader in Italia nel settore della stampa online. Dopo una carriera nel print marketing, Gloria ha studiato le dinamiche del search engine marketing per approfondire le molteplici opportunità di un loro utilizzo congiunto.

Engineer Prints: le tue foto a grandezza umana

Siete fotografi esperti o semplici appassionati alle prime armi? Avete immortalato un momento unico, un istante indimenticabile o il paesaggio perfetto e vorreste poter stampare l’immagine per appenderla in casa vostra ma una semplice cornice non vi basta?

EngineeringPrints.png

Engineer Prints è il servizio che fa per voi. Basta caricare il file, guardare se l’anteprima rende l’idea, compilare il form di spedizione e pagare 40$ (per l’Italia, spedizioni in tutto il mondo).

EngineeringPrints_PREVIEW

Riceverete a casa la vostra foto a grandezza umana (4×3 piedi, circa 1,20×1 mt) in bianco e nero!

YouTube Loop: guardare all’infinito un video di YouTube

Avete mai provato a guardare il vostro video di #YouTube preferito continuamente, senza smettere mai di cliccare “play” una volta terminato?

YouTube Loop è un pratico servizio che evita qualsiasi scocciatura e vi consente di rivedere infinite volte uno dei miliardi di video presenti online.

youtube_loop

Basta copiare ed incollare l’URL del video o l’ID del video (ad esempio questo è un ID: 644UU55eyzk) nell’apposita barra in alto e cliccare “Go loop!” ed il gioco è fatto!

Un altro pratico sistema è quello di sostituire “youtube.com” con “youtubeloop.net”. Ad esempio il seguente URL https://www.youtube.com/watch?v=644UU55eyzk diventerà https://www.youtubeloop.net/watch?v=644UU55eyzk

Se il mondo fosse in fondo al mar…

I cambiamenti climatici che affliggono la nostra Terra (ne parlo qui) stanno mutando radicalmente l’ambiente nel quale viviamo.

WorldUnderWater

Lo scioglimento dei ghiacciai e l’innalzamento del livello dei mari è uno degli aspetti più preoccupanti e sicuramente uno dei più noti. Le previsioni parlano di moltissimi anni, anche secoli, ma in ogni caso la convergenza su un unico aspetto è chiara: se il livello dell’acqua salisse di parecchi centimetri, le principali città costiere sarebbero sommerse causando cataclismi inimmaginabili.

Già, ma cosa succederebbe se il livello si alzasse esattamente oggi di alcuni metri? Ve lo siete mai chiesti l’effetto provocato sulle metropoli attuali?

World Under Water è un simulatore che consente di visualizzare il monumento simbolo di una specifica città con i piedi – pardon, le fondamenta – nell’acqua.

WorldUnderWater2

Metropolitana e New York: un viaggio nella storia

NY Train Project

L’intero sistema viario che costituisce la celeberrima metropolitana di New York può essere davvero considerata una delle esperienze più emozionanti e coinvolgenti che ci siano per qualsiasi visitatore, sia che esso sia un pendolare navigato o che sia un turista alle prime armi.

Ny Train Project è un bellissimo progetto che raccoglie in un’unica galleria online tutte le stazioni della metropolitana della Grande Mela a parte da Manhattan.

L’autore spera ovviamente che tale progetto possa essere considerato non solo come un grande omaggio alla storia di questo complesso sistema di trasporto ma anche come un breve racconto di come ci si sposta e si vive ogni giorno nella metropoli americana.

Sarebbe bello che anche in Italia si potesse trovare occasione per sviluppare un progetto simile comune a tutte le città che sono dotate di questi mezzi di trasporto, no?!

Gridzzly: l’orso Grizzly ti aiuta a stampare

Avete mai avuto la necessità di stampare un foglio con uno specifico pattern o una trama ad hoc per i vostri lavori?

gridzzly

L’orso Grizzly è ciò che fa al caso vostro: proprio così. Gridzzly è un buffo servizio online che consente di creare un pattern unico al bisogno scegliendo fra linee e punti.

Una volta impostata la “fantasia” del vostro foglio e definite le dimensioni degli elementi geometrici, non vi resta che cliccare “PRINT” e stampare il vostro foglio.

Un sacco di tempo e di soldi risparmiati.

Reme.io: una comoda sveglia online per smemorati

Reme.io è il classico servizio online per smemorati o super indaffarati. Poca memoria, ritardi vari e pigrizia oppure sempre di corsa, mille impegni e mai uno strumento sotto mano per memorizzarsi le scadenze o gli impegni vari.

remeio

In aiuto arriva Reme.io, una pratica sveglia online con un’unica, efficiente funzionalità: ricordarci cosa dobbiamo fare il tal giorno.

Basta impostare il nome dell’evento (o qualsiasi altra cosa serva ricordarsi), la data, l’ora ed inserire un’email dove ricevere l’alert. Ecco fatto.

Preso appunti? O vi siete dimenticati qualcosa…

World Food Clock: un mondo di cibo

worldfoodclock

Avete idea di quanto cibo venga prodotto nel mondo ogni secondo? O quanto ne venga consumato? O i soldi spesi per crearlo?

Sapreste calcolare il tasso di produttività di un ettaro di terreno? Sareste in grado di misurare le tonnellate di gas prodotte dall’effetto serra rilasciate nell’aria e quanto sia il cibo sprecato?

World Clock Food è un bellissimo servizio online che calcola l’ammontare di questi e molti altri dati relativi al cibo ed ai processi produttivi che gravitano intorno a tale realtà. Sorprende sempre scoprire quante siano le tonnellate di cibo letteralmente buttato che tuttavia generano a catena reazioni dannose sul nostro ecosistema.

worldfoodclock2

In questi pochi istanti di lettura dell’articolo, sappiate che nel mondo è stato sprecato cibo per circa 2 milioni di dollari. Lo sapevate?

MapMyNearest: quello che cerchi, vicino a te

MapMyNearest

Avete mai desiderato conoscere esattamente tutto ciò che si trova nei dintorni della vostra zona ma vi siete sempre persi in ricerche assurde e inconcludenti?

Vorreste sapere con un semplice click i bar più vicini, le farmacie in zona o dove si può comprare una bicicletta senza dover cambiare regione?

Ecco lo strumento adatto a questa esigenza: MapMyNearest è un servizio gratuito che utilizza le API di #GoogleMaps per trovare in modo veloce e semplice le attività ed i servizi che sono più vicini a noi. I risultati visualizzati da #MapMyNearest sono continuamente aggiornati da Google e vengono inoltre integrati gli elenchi di Yell.com, casomai qualcuno si trovasse a Londra.

MapMyNearest2

I risultati vengono mappati in base alla vicinanza rispetto la propria posizione, in modo tale che gli utenti possano facilmente trovare ciò che stanno cercando.

Insomma, un semplicissimo servizio online per velocizzare la nostra quotidianità